Natale in Archeologia 2017 – Il programma completo delle attività natalizie a Canosa di Puglia (BT)

Natale in Archeologia 2017 – Il programma completo delle attività natalizie a Canosa di Puglia (BT)

Condividi su ...Share on Facebook16Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Un fitto programma di iniziative per tutto il periodo natalizio, variegato ed invitante, quello del” Natale In… Archeologia 2017” a Canosa di Puglia (BT). Realizzato dalla Fondazione Archeologica Canosina Onlus e dalla Società Cooperativa Dròmos.it, con il patrocinio del Comune di Canosa di Puglia e facente parte del” Natale 2017 a Canosa #festaincittà”.

Un bouquet di attività, creato congiuntamente alle varie associazioni, con un solo intento comune: la valorizzazione del patrimonio archeologico e culturale della città di Canosa. Perno principale delle iniziative i consolidati itinerari archeologici, politematici e monotematici, strutturati al fine di soddisfare le diversificate esigenze dei visitatori ed offrire un quadro storico completo.

Di seguito, si elencano i percorsiarcheologici guidati in calendario:

  1. VENERDÌ 8 DICEMBRE, ore 10 e 15.30 (partenza da Palazzo Sinesi, via Kennedy 18)
  • “CANOSA, INDIETRO NEL TEMPO”, attraverso un iter millenario si scopriranno i tesori preziosi e tangibili della secolare storia di Canusium visitando: il Museo Archeologico di Palazzo Sinesi,con le raffinate ceramiche funerarie provenienti dalla Tomba Varrese (IV-III sec. a.C.); la Domus romana di Colle Montescupolo, tipico esempio di dimora d’epoca imperiale (I sec.d.C.-I sec. d.C.); il caratteristico Ipogeo Scocchera B (III-II sec. a.C.); il Parco Archeologico di San Giovanni (VI sec. d.C.), importante edificazione paleocristiana; il Mausoleo di Marco Boemondo d’Altavilla (XII sec.), eroe della I Crociata;
  • “VIVI LA DOMUS”, dalle 18 alle 20.45 (via Guglielmo Marconi 17)dove l’area archeologica della Domus di Colle Montescupolosarà aperta al pubblico per una rivisitazione storica e culturale della Canosa daunia e romana. Durante la serata verranno riproposti gli abiti d’epoca preromana e romana realizzati dalla prof.ssa Elena Di Ruvo.
  1. DOMENICA 10 DICEMBRE, ore 10 e 15.30 (incontro in viale 1° Maggio, di fronte il Comando della Polizia Municipale)
  • “LA CITTÀ DEGLI IPOGEI”, percorso monotematico alla scoperta di Canosa daunia-ellenistica, un’affascinante esplorazione del sottosuolo della città e dei tesori che nascondeva: gli ipogei e i corredi funerari. Gli ipogei sono le dimore ultraterrene dei “principi dauni”, tombe interamente scavate nel tufo e risalenti al IV-III sec. a.C. Dagli ipogei provengono straordinari vasi, ori, armi, oggi a Palazzo Sinesi e al Museo Civico (Palazzo Iliceto). I siti visitabilisaranno:la Tomba Varrese (tra la fine del IV e i primi del III sec. a.C.),interamente scavato nel banco tufaceo si articola in un dròmos e cinque celle, gli Ipogei Lagrasta (IV-I sec. a.C.),il più importante complesso funerario di Canusium e dell’intera regione; l’Ipogeo D’Ambra (IV-III sec. a.C.), interamente scavato nell’argilla; l’Ipogeo del Cerbero (III sec. a.C.), il quale presenta l’affresco del mitologico cane a tre teste Cerbero e l’Ipogeo di Vico San Martino (V-I sec. a.C.)., complesso funerario con diverse tipologie di ambienti.
  1. MERCOLEDÌ 13 DICEMBREore 20 (Museo archeologico di Palazzo Iliceto, via Trieste e Trento 14)
  • MUSEO BY NIGHT,in concomitanza con la festività di Santa Lucia il Museo archeologico di Palazzo Iliceto sarà aperto con tante sorprese
  1. DOMENICA 17 DICEMBREore 10 e 15.30 (partenza da Piazza Terme)
  • “LA CITTÀ DI PIETRA E DI MARMO”, tour immerso in uno dei momenti storici più floridi della Cittàdal punto di vista politico-amministrativo e di conseguenza artistico e culturale, un periodo vissuto da Canosa prima come Città autonoma (IV-I sec. a.C.), quindi come Municipium (I sec. a.C. – II sec. d.C.), poi come Colonia (II sec. d.C.) e infine come Capoluogo dell’Apulia et Calabria (III-V sec.). I siti interessati: il Lapidarium (età imperiale), la Domus romana di Colle Montescupolo, il Tempio di Giove Toro (età antoniana, II sec.d.C.), commissionato dal patronus Erode Atticoall’interno del piano di riurbanizzazione cittadina, e il Museo Archeologico civico di Palazzo Iliceto, con la ricca mostra “Tu in daunios”.
  1. MARTEDÌ 26 DICEMBRE ore 10 e 15.30 (partenza dalla Cattedrale di San Sabino)
  • “LA CITTÀ DA SAN SABINO A BOEMONDO”, iter alla scoperta di Canosa tardo antica e medievale. Oltre laConcattedrale Basilica di San Sabino (VI sec. d.C.), il Mausoleo di Boemondo d’Altavilla, la Domus romana di Colle Montescupolo e il Parco Archeologico di San Giovanni, sarà oggetto di visita il Parco Archeologico di San Leucio (IV a.C. -VI sec. d.C.) con i singolari capitelli corinzi figurati unici al mondo ed i resti della Basilica sabiniana.
  • APERTURA IPOGEO VARRESE dalle ore 17.30 alle 21.00 (nei pressi del Presepe Vivente)
  1. MERCOLEDÌ 27 DICEMBRE: “CANOSA, INDIETRO NEL TEMPO” ore 10 e 15.30 (partenza da Palazzo Sinesi, via Kennedy 18)
  • APERTURA IPOGEO VARRESE dalle ore 17.30 alle 21.00 (nei pressi del Presepe Vivente)
  1. GIOVEDÌ 28 DICEMBRE: “LA CITTA’ DI PIETRA E DI MARMO”ore 10 e 15.30 (partenza da Piazza Terme)
  • APERTURA IPOGEO VARRESE dalle ore 17.30 alle 21.00 (nei pressi del Presepe Vivente)

 

  1. VENERDÌ 29 DICEMBRE.: “LA CITTA’ DA SAN SABINO A BOEMONDO”ore 10 e 15.30 (partenza dalla Cattedrale di San Sabino)
  2. MERCOLEDÌ 3 GENNAIOore 10 e 15.30 (Per la partecipazione è necessario essere automuniti. Incontro presso il Parco Archeologico di San Giovanni, via Giunio Ospitale)
  • “LA VIA TRAIANA”, il tour archeologico che fa rivivere la magnifica età romana e paleocristiana.I siti che interesseranno il percorso sono: Il ponte romano sull’Ofanto(I-II sec.d.C.), costruito dall’imperatore Traiano nel 114C., ed attraversato dalla via Traiana, asse strategico di collegamento tra Roma e l’Oriente, il Mausoleo Bagnoli(II sec.d.C.),monumento sepolcrale datato al II secolo d.C.; l’ Arco di Traiano(II sec.d.C.),monumento onorario posto a circa un chilometro dall’abitato moderno, elemento divisorio tra la città dei vivi e quella dei morti, il Parco archeologico di San Giovanni (VI sec.d.C.) dove il vescovo Sabino innalzò l’imponente edificio dedicato al Battista e sottopose ad una importante ristrutturazione la Basilica del IV sec. d.C. attribuita al culto della Vergine.
  • APERTURA IPOGEO VARRESE dalle ore 17.30 alle 21.00 (nei pressi del Presepe Vivente)
  1. SABATO 6 GENNAIO: “CANOSA, INDIETRO NEL TEMPO”ore 10 e 15.30 (partenza da Palazzo Sinesi, via Kennedy 18)
  • APERTURA IPOGEO VARRESE dalle ore 17.30 alle 21.00 (nei pressi del Presepe Vivente)
  1. DOMENICA 7 GENNAIO: “LA CITTÀ DEGLI IPOGEI”ore 10 e 15.30 (incontro in viale 1° Maggio, di fronte il Comando della Polizia Municipale)
  • APERTURA IPOGEO VARRESE dalle ore 17.30 alle 21.00 (nei pressi del Presepe Vivente)

Per info e prenotazione obbligatoria è possibile contattare il seguente numero telefonico 333 88 56 300, al quale si rimanda per ogni ulteriore informazione.

Ilenia Pontino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *