Festa delle primizie a Canosa: tra culto, arte, archeologica e tradizioni culinarie

Festa delle primizie a Canosa: tra culto, arte, archeologica e tradizioni culinarie

Condividi su ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

In occasione della Festa delle Primizie, l’8 Aprile p.v., l’OmniArte.it, in collaborazione con la Fondazione Archeologica ed il Museo dei Vescovi, organizza visite guidate in mattinata e nel pomeriggio:

  • alle 9.45 e alle 16.00, appuntamento a Palazzo Minerva, di seguito visita del Museo dei Vescovi, del Museo Archeologico di Palazzo Sinesi, della Domus romana di Colle Montescupolo, del Mausoleo di Boemondo, dell’Ipogeo Scocchera B e del Battistero di San Giovanni.

Grazie alla collaborazione tra la Cattedrale e l’ “Associazione culturale Idac”, a cui si è aggiunto quest’anno il patrocinio del Comune di Canosa, la festa della Madonna della Fonte e delle Primizie si sta arricchendo, di anno in anno, di nuove iniziative, elencate di seguito, a cui si potrà partecipare precedentemente e successivamente alle passeggiate:

  • alle 9 il concorso “Giardini d’autore” e l’inizio della gara podistica organizzata dall’”Atletica ProCanosa” (quarta tappa del “CorriPuglia 2018 – XXI Diomediade”);
  • alle 10, “Estemporanea di pittura e arti figurative in piazza”;
  • alle 10.15, “Orto in cassetta”, attività didattica a cura della cooperativa “Chi Ama Canosa”.
  • Alle 10.30, solenne celebrazione eucaristica e processione con l’icona della Madonna della Fonte (le altre Sante Messe in Cattedrale alle 7,30 e alle 19,30);
  • Nel pomeriggio, alle 16.30, IV Concorso tra produttori agricoli “Vini e Olii” (quarta edizione);
  • alle 20.30, “Sagra delle orecchiette di grano arso”, quarta edizione, a cura dell’istituto di istruzione secondaria superiore “Luigi Enaudi”, settore alberghiero;
  • sempre alle 30, il “Consorzio di tutela della cipolla bianca di Margherita di Savoia”organizza una degustazione, a cura dello chef Salvatore Riontino.
  • La conclusione della festa è affidata alla scuola di musica “Musicheria”, a cura di Attanasio Mazzone. Durante la giornata è possibile visitare la nuova esposizione “Mito e natura: antica sapienza contadina, presso il Museo dei Vescovi.

Info e prenotazioni al 3338856300

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi