Apulia Food Canosa chiamata alla prova del nove. Sabato arriva il Manfredonia!

Condividi su ...Share on Facebook4Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

E’ un autentico tour de force quello che attende l’Apulia Food Canosa di mister Vito D’Ambrosio ed infatti dopo la bruciante e immeritata sconfitta in casa del Giovinazzo per 2-1, i rossoblù cercano riscatto fra le mura amiche ricevendo un quotato Manfredonia, attualmente quinto e in piena zona play-off. La classifica è molto corta, il campionato è molto equilibrato e saranno i particolari a farla da padrone. Sabato i rossoblù saranno chiamati alla prova del nove contro un quotato e ambizioso Manfredonia che ha dimostrato fino a questo momento, di essere un’ottima squadra con buone individualità. Quale miglior banco di prova quindi per la formazione canosina che avrà sicuramente dal canto suo sia l’obbligo di tornare a vincere per riavvicinarsi alle posizioni che contano e sia la rabbia derivante dalla sconfitta immeritata maturata in quel di Giovinazzo. I sipontini reduci nelle ultime quattro partite disputate da una vittoria, due pareggi e una sconfitta sono quinti in classifica con 12 punti all’attivo frutto di tre vittorie, tre pareggi e due sconfitte. Il loro rendimento esterno non è composto da sconfitte( 2 vittorie e 2 pareggi) e per gli amanti delle statistiche sono il quarto peggior attacco del campionato ma allo stesso tempo sono la terza miglior difesa. Dati che devono far riflettere sulla solidità di questa squadra che dirà sicuramente la sua  fino alla fine.  Le individualità sipontine non hanno bisogno di presentazioni in quanto sono un mix fra esperienza e talento. Basti pensare all’ex Cristian Barletta Zalacain, spagnolo autore di sei reti, oppure a Boutabouzi o all’ex di turno Laccetti( entrambi autori di quattro reti), senza dimenticare Sperendio ( 3 reti all’attivo), La Torre, il giovane Raguso e la saracinesca Lupinella che sta dimostrando fino a questo momento di essere un giocatore prezioso e di valore. Insomma, un altro match vietato ai deboli di cuore visto le premesse e l’alto tasso tecnico dei giocatori in campo. Come detto prima però i canosini hanno voglia di riscatto e a prendere la parola in casa rossoblù ci pensa un veterano e cioè il laterale Gui Del’Andrea.

GUI DEL’ANDREA: “ A Giovinazzo abbiamo fallito tante occasioni da gol. Sapevamo allo stesso tempo di avere di fronte una squadra disposta a non perdere punti che ha difeso in maniera ordinata e si sa che quando la palla non entra ci si innervosisce. Il portiere avversario fece delle belle parate in momenti cruciali della partita ma ciò non deve essere un alibi perché dobbiamo migliorare tatticamente allo scopo di vincere proprio questo tipo di partite. La nostra squadra è buona, possiamo crescere ancora tanto ma ciò dipende da noi. Nonostante una brutta partenza, ora siamo lì vicino ai play-off ma allo stesso tempo vicini a chi è dietro di noi. La strada è ancora lunga e dobbiamo continuare a tenere i piedi per terra ma purtroppo i punti persi all’inizio di campionato si fanno sentire e dobbiamo provare a recuperarli per arrivare in alto. Il Manfredonia, come noi, lotta per i play-off e sono sicuro che sarà una partita dove vincerà chi sbaglierà di meno. Per noi la vittoria è fondamentale sia per accorciare le distanze su chi ci precede ma anche per la crescita del nostro gruppo. Dobbiamo prepararci bene a questa sfida perché la squadra che affronteremo è ottima, ha ottime basi provenienti dalla passata stagione e hanno un gioco basato sul pivot al quale dobbiamo fare attenzione in un campo piccolo come il nostro. Dobbiamo rispettare qualsiasi avversario ma in casa dobbiamo far valere il fattore campo. “

Ufficio  Stampa
Asd Futsal Canosa- Sabino Del Latte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi