Al professor Michele Mirabella il “Premio Diomede Speciale”

Cresce l’attesa per la cerimonia finale della XX EDIZIONE del “PREMIO DIOMEDE” che si terrà sabato 6 luglio 2019 sul Sagrato della Cattedrale di San Sabino a Canosa di Puglia(BT).  Le personalità da premiare sono state individuate attraverso la disamina delle segnalazioni pervenute al Comitato “Premio Diomede”, presieduto dalla professoressa Angela Valentino, che ha valutato ed espresso il responso dei  vincitori, al termine delle votazioni, unitamente ai rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni locali intervenuti. Il Premio Diomede Speciale, attribuito dal Comitato Diomede, a suo insindacabile giudizio andrà al Professor Michele Mirabella(76 anni), natìo di Bitonto,  laureato in Lettere e Filosofia (cum laude) con uno studio di regia sul Teatro di Pirandello e, ad honorem, in Farmacia. Regista, autore e attore di teatro, radio, cinema e televisione. Docente, saggista e giornalista, che dal 2017 sta conducendo la trasmissione televisiva  “Tutta salute” su RAI 3, un programma di informazione sulla prevenzione e sugli aspetti della vita quotidiana che possono contribuire a migliorare lo stato generale, attraverso consigli pratici per mantenere il corpo e la  mente al meglio.

Il Premio Canusium, (riservato al personaggio vivente, originario o da sempre residente a Canosa), sarà consegnato  al  Dottor Sergio Fontana. Nasce a Canosa nel 1967, in una famiglia di farmacisti da cinque generazioni,  sviluppa fin da giovane la passione per l’antica arte galenica. Si laurea in Farmacia all’Università degli Studi di Bari e, in seguito, va a  lavorare  in alcune farmacie del milanese con forte tradizione galenica. Da qui l’intuizione di fornire materie prime per le preparazioni galeniche in farmacia, fondando nel 2010, la  Farmalabor Srl, azienda riconosciuta dal Ministero della Salute. Attualmente è amministratore delegato della  Farmalabor Srl, è Presidente della Confindustria Bari e Albania, della Fondazione Archeologica Canosina Onlus. Vanta già prestigiosi  premi e riconoscimenti nazionali ed esteri per il suo grande impegno come farmacista, industriale ed uomo di cultura.

Il Premio alla Memoria andrà a Mons. Michele Lenoci (Canosa di Puglia 1940- 2018), noto biblista ed esegeta, ordinato sacerdote nella Cattedrale di San Sabino, a 23 anni. L’insegnamento è stato il suo impegno principale, è stato docente di Sacra Scrittura presso l’Istituto Teologico Pugliese “Regina Apuliae” di Molfetta, dall’ottobre 1970 al giugno 2011. “Insieme alle competenze scientifiche, sempre aggiornate, Mons. Lenoci ha unito una spiccata sensibilità spirituale e sapienziale nella lettura del testo sacro, riuscendo ad appassionare e coinvolgere i suoi studenti in itinerari formativi di qualità, necessari per lo sviluppo di un pensiero teologico adeguato e, nondimeno, per un servizio al Vangelo all’altezza delle sfide odierne.” In suo onore “Gestis verbisque” l’opera pubblicata  nel 2012  con  i suoi  saggi.

Il Premio Aufidus(riservato al personaggio vivente di origine pugliese) a Gabriella Genisi (54 anni), scrittrice  di fama nazionale, suo il personaggio del Commissario Lolita Lobosco, definita dalla critica “la Montalbano al femminile” e protagonista di sette romanzi editi da Sonzogno. Sin dal primo libro, ha fatto del cibo uno degli strumenti di narrazione delle sue storie ambientate in Puglia, volti alla promozione e valorizzazione del territorio attraverso la scrittura.

Il premio “Speciale Giovani”, riconoscimento attribuito dal Comitato andrà: al Dott. Gioacchino Leone(25 anni), laureato in economia e marketing nel sistema agro-industriale presso Alma Mater Studiorum – Università di Bologna , imprenditore dell’olio premiato in Italia e all’estero, dirigendo  un’azienda agricola affermata nel biologico; al Dott.Lorenzo Mennoia(27 anni), che ha conseguito la laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano, ha maturato esperienze professionali in studi forensi e di volontariato nel Gruppo Scout Canosa1. Ha vinto il concorso pubblico per magistrato ordinario.

 Il Premio Diomede Arte a Caterina Cannati(50 anni) – nota con il nome di  Kataos -, in questi anni si è affermata partecipando a rassegne internazionali di pittura e arte contemporanea con enormi consensi di pubblico e di critica. Lo storico e critico d’arte Giorgio Gregorio Grasso l’ha definita “Artista del bello”. Adora la pittura espressionista perché coglie il lato più profondo dell’animo umano, non si ferma all’apparenza, va oltre.

Il Premio Diomede  Sport all’Aquarius Piscina Canosa, società dilettantistica molto dinamica che attraverso la promozione della cultura del nuoto  e dello sport inteso come valore educativo e sociale ha raggiunto risultati agonistici di prestigio a livello nazionale.  Alla presidenza Ruggiero Messina, con i suoi familiari Felice, Marzia e Silvia nello staff dirigenziale mentre Fabrizio Addamiano e Cecilia Piarulli sono alla guida  dello staff tecnico.

Mauro Dal Sogno e Daniela Mazzacane presenteranno la cerimonia della XX Edizione del Premio Diomede organizzato dall’omonimo Comitato, promotore dell’evento sotto l’egida del Comune di Canosa di Puglia, della  Provincia Barletta Andria Trani e della Regione e la direzione artistica di Carlo Gallo. Nel corso degli anni, il Premio Diomede  è  divenuto un appuntamento fisso dell’estate canosina volto a   promuovere il territorio  e le sue risorse umane attraverso un riconoscimento riservato ai canosini e ai  pugliesi che si sono distinti per le loro attività nei vari ambiti dall’artistico, allo sport, al sociale e culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi