Rifiuti, Ventola a Stea: preparati a scrivere altre 256 note ai sindaci pugliesi, perchè sono tutti esasperati come quello di Trinitapoli

Condividi su ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

“Ne dovrà scrivere una al giorno per altri 256 giorni l’assessore all’Ambiente, Gianni Stea. Una lettera per quanti sono i Comuni pugliesi, meno una, perché ieri, 29 luglio, ha preso carta e penna e ha scritto una nota con un unico mittente: il sindaco Francesco Di Feo, sindaco di Trinitapoli, e gli ha tuonato: ‘attribuire l’aumento della Tari alla Regione è falso e strumentale’.

“E, invece, siamo noi a invitare Stea a non utilizzare il ruolo che ricopre nella Giunta regionale per fare attacchi politici agli avversari. Perché due sarebbero le conseguenze: o Stea non si rende conto che l’ira dei sindaci va ben oltre i confini di Trinitapoli e della BAT (e allora è incapace di svolgere il suo che gli è stato affidato dal presidente Emiliano)… oppure, e sarebbe peggio, non si rende conto che l’aumento della TARI è dovuto per colmare le inefficienze di una Giunta Regionale che non ha ancora portato in Consiglio un Piano di Rifiuti e che a scadenza di legislatura naviga a vista con stanziamenti emergenziali ora per togliere i rifiuti dalle strade periferiche, ora per far viaggiare i rifiuti in tutta Italia.

“I tre milioni (un’inezia rispetto sia al numero dei Comuni pugliesi sia all’emergenza), quale contributo straordinario per i maggiori oneri sostenuti dai Comuni per lo smaltimento dei rifiuti organici, ai quali fa riferimento sono stati stanziati poco più di 2 settimane fa e dovranno essere gestiti dall’AGER, che dopo la pubblicazione del provvedimento, dovrà provvedere a trasmettere alla sezione Ciclo Rifiuti e Bonifiche della Regione Puglia un riparto della somma stanziata con l’indicazione dei criteri applicati: Stea ci avvisi quando tutto l’iter è completato e i soldi saranno materialmente arrivati nelle casse comunali, compresa quella di Trinitapoli così si potrà capire se Di Feo era o meno nelle condizioni di provvedere al conferimento e smaltimento dei rifiuti senza aumentare la tassazione locale!

“In conclusione Stea risparmi le letterine ad personam e politiche, faccia l’assessore e venga in Consiglio regionale a presentare il Piano che la Puglia aspetta da anni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi