Il Canusium Basket di Andrea D’Amico è in serie D

Non si può sicuramente dire che questo 2020 non ci abbia riservato grandi sorprese in positivo (poche per la verità) e negative (numerose e di spessore).  Tutti siamo stati costretti a fermarci, a restare in casa per paura di un nemico invisibile e piccolo piccolo. Nella mia ormai lunga vita ne ho viste tante ma questo momento non me lo sono sognato nemmeno nelle più brutte notti insonni. Per fortuna succede sempre che dopo il dormiveglia arrivi il risveglio sempre per fortuna carico di energia e sorprese che in effetti non stanno mancando. Per quanto concerne il mio tanto amato sport locale sono già successe davvero tante cose. Nel Canosa Calcio 1948 è arrivato un nuovo allenatore, nel calcio a 5 femminile la presidente Liliana Vitrani ha confermato tutto ciò che di buono è stato fatto nella passata stagione, nella pallavolo maschile molto attiva la Polisportiva Popolare sale sul podio con nuovi innesti di spessore nel già rodato roster della prima squadra. Non da meno la PlayLed Canosa dove un pochino a sorpresa c’è stato in questi giorni il cambio sullo scranno più alto della società con Franco Pizzuto che dopo tanti anni lascia lo scettro della presidenza al suo grande amico Roberto Lamonaca e di questo ne parleremo in maniera più dettagliata. Ma quello che fa scalpore è la notizia appena appresa della Canusium Basket del presidentissimo Andrea D’Amico che proverà a regalare per la prossima stagione nuove emozioni ai suoi tantissimi sostenitori nel tanto sperato e atteso campionato di serie D. Si amici miei avete capito bene, il prossimo anno il Canusium Basket del riconfermatissimo coach Felice Carano disputerà la serie D. Sappiamo come si è conclusa la scorsa stagione con la squadra ofantina che lottava per un posto nei play off insieme alle big del campionato. Un torneo che Mansi e compagni potevano portare a casa così come era successo l’anno prima in prima divisione.  Le difficoltà incontrate nella prima parte sembravano dimenticate e Carano ormai era il timoniere di un gruppo in salute e sopratutto in fiducia. Poi sappiamo come sono andate le cose, campionato fermo e decisione finali che ancora oggi non si conoscono. Il presidentissimo ormai stava lavorando sodo per il torneo successivo con un possibile ripescaggio del proprio sodalizio nella categoria superiore che sembrava quasi certo. C’era bisogno che la Federazione accelerasse comunque per consentire ai dirigenti rossoblù di pianificare l’intera stagione ma invano. Ed allora sempre lui il buon D’Amico si butta come un falco sul titolo lucerino (già iscritto nel campionato di serie D) e lo fa suo con una fulminea e repentina operazione. Il titolo ormai è suo e quindi ufficialmente possiamo dire che il Canusium Basket è in serie D. In due anni due salti di categoria che sicuramente riempie d’orgoglio il popolo canosino aggiungendo ai già tanti campionati di prestigio della nostra città, un’altro, questa volta nel basket giusto suggello al lavoro certosino del presidentissimo Andrea D’amico. Suggestivo il messaggio che D’Amico ha mandato ai suoi atleti, quelli che fino a qualche mese fa hanno sudato per questa maglia. “Dopo 3 anni di lotta, di gioie e di sofferenze, siamo riusciti ad ottenere il risultato tanto sognato – ha scritto il presidentissimo D’amico – Il Canusium Basket approda in serie D. Un immenso grazie a tutti voi che avete lasciato il sudore sulla maglia della nostra società. Grazie mille a tutti”. E così amici sportivi andiamo tutti in serie D, dove non vediamo l’ora di scoprire le innumerevoli sorprese che Andrea ci ha riservato. Intanto in questo fine settimana avremo un appuntamento sul nostro canale con D’Amico e Carano per tracciare insieme le linee guida della prossima stagione, quella della serie D.

Pino Grisorio  



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi