Nasce il network delle città costiere per ridurre i rifiuti marini del mediterraneo

Condividi su ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Sono oltre 229.000 le tonnellate di plastica riversate ogni anno nel Mar Mediterraneo. Rifiuti che in poco tempo vengono restituiti lungo le coste come rifiuti galleggianti. Quella dei rifiuti marini è una delle sfide più grandi che la nostra società sta affrontando e senza le risposte adeguate, si stima che nel 2050 la quantità di plastica nei mari del mondo supererà quella dei pesci.

Per affrontare il problema, e le sue molteplici ricadute sulla salute, sull’economia e sull’ambiente, COMMON (Coastal Management and Monitoring Network for tackling marine litter in Mediterranean sea), progetto europeo finanziato nell’ambito del Programma ENICBC Med, mette in rete istituzioni nazionali e locali, enti di ricerca ed associazioni provenienti da 5 aree pilota tra Italia, Tunisia e Libano per elaborare soluzioni comuni.

Per facilitare lo scambio di esperienze e creare occasioni di confronto diretto tra le amministrazioni comunali delle due aree pilota italiane del progetto (Salento e Maremma), il CIHEAM Bari e Legambiente organizzano l’8 Giugno 2021 nella sede della Lega Navale nel Porto Museo di Tricase (Le), l’incontro nazionale Verso il network delle città costiere per contrastare i rifiuti marini nel Mediterraneo: una tavola rotonda di confronto tra le comunità costiere che ha l’obiettivo di costituire una rete tra i territori direttamente colpiti dal fenomeno per condividere problemi comuni ed individuare soluzioni concrete e strategie condivise per la lotta all’inquinamento e la corretta gestione del marine litter. L’evento vedrà, tra gli altri, la partecipazione della Direzione Generale per il Mare e le Coste (MAC) – Ministero della Transizione Ecologica.

I risultati della tavola rotonda saranno presentati nel corso dell’evento serale “Giornata Mondiale degli Oceani”, organizzata da CIHEAM Bari e dall’Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione dell’Ambiente (ARPA Puglia).

Seguirà la proiezione di sessanta immagini subacquee selezionate nell’ambito del concorso fotografico Il Bello, il Brutto e il Cattivo nei mari della Puglia, promosso da Arpa Puglia per celebrare la Giornata Mondiale degli Oceani. Ai primi tre classificati sarà assegnato il premio ArpAmare 2021.

Ufficio Stampa:
Legambiente Onlus
Grazia Battiato

CIHEAM Bari
Stefania Lapedota

Arpa Puglia
Francesca Lombardi



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi