La rivolta degli Ex

Condividi su ...Share on Facebook6Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

In questi giorni abbiamo assistito ad una sorta di rivolta dei due ultimi sindaci di Canosa contro l’amministrazione M5S ed il suo Sindaco. Prima di procedere con l’analisi di quanto è stato detto dai due illustri EX, ci preme ricordare che il Movimento 5 Stelle nasce in virtù dei fallimenti della politica tradizionale, quella che i nostri due concittadini hanno interpretato alla perfezione. Ma veniamo alle dichiarazioni rese a mezzo stampa da La Salvia. Cosa si può dire, sinceramente è come sparare sulla Croce Rossa, il suo mandato sarà ricordato come uno dei più insignificanti, anche e solo per questo non abbiamo voluto infierire nei mesi passati, nonostante al nostro insediamento abbiamo trovato una macchina amministrativa allo sbando, mancavano i soldi per stampare i manifesti per la festa patronale che di li a poco si sarebbe dovuta organizzare, oltre che le assicurazioni per i mezzi comunali e finanche le risorse per il pagamento delle spese elettorali. Ciò detto, il dott. La Salvia dovrebbe darle ai cittadini le risposte ai disastri che ha lasciato in eredità. In merito alle obiezioni sul teatro, giova ricordare che lo stesso ci è stato lasciato inutilizzabile,  mancavano molte delle prescrizioni tecniche necessarie. La scelta di collaborare con il Kismet  ha fatto si che il Comune, pressoché senza costi, abbia potuto oltre che fruire dello stesso, programmare una serie di eventi che diversamente non sarebbe stato possibile realizzare. Abbiamo ottenuto il massimo risultato con il minimo sforzo economico, nulla rispetto ai 40.000 euro spesi dalla sua amministrazione per l’ultima stagione teatrale. Le critiche se utili, sono bene accette, diversamente se non sono supportate da riscontri oggettivi, lasciano il tempo che trovano. Ma il capolavoro, come sempre, lo ha realizzato il consigliere ed ex sindaco Ventola. Nel suo monologo televisivo, ha detto tutto e il contrario di tutto, raccontando come sempre le sue verità. Pur con molta difficoltà cerchiamo di restituire ai cittadini una corretta informazione, partendo dalla questione bilancio. Bene, nei giorni scorsi si è alzato un gran polverone sulla mancata approvazione nei termini a seguito del ritiro di alcuni documenti propedeutici in cui vi erano degli errori tecnici che mai ne avrebbero messo in discussione la sua legittimità; in effetti tutti i provvedimenti ritirati sono stati riproposti nella loro versione originale, a cui sono stati presentati emendamenti di natura squisitamente tecnica per la conseguente correzione, previa approvazione del Consiglio, così come prevede il nuovo regolamento di contabilità. Questione Loconia, dopo la gaffe in aula consiliare, su cosa realmente si vuole realizzare a Loconia, non discariche come si è cercato di far credere ai cittadini, ma una modesta isola ecologica che va a migliorare il conferimento corretto della borgata, Ventola ha corretto il tiro, parlando della possibile localizzazione di un impianto per il recupero del vetro, che non si deve fare assolutamente a Loconia. Ricordiamo al consigliere che nella seduta del 3 aprile scorso la Commissione Ambiente si è riunita per valutare la possibilità, di localizzare l’impianto in altra area e che alla stessa ha partecipato il consigliere Matarrese, del suo stesso gruppo politico, magari lo interpelli prima di rilasciare dichiarazioni affrettate. Altro argomento: il presunto smantellamento del corpo della polizia municipale. Anche qui, consigliere Ventola, le sono state riferite cose inesatte, non è da lei credere al primo che capita, nessuno ha disarmato i vigili come lei ha affermato, è stata solo fatta una ricognizione delle armi in possesso agli agenti. Dall’esito si provvederà a firmare la relativa autorizzazione. Inoltre non è stata destinata la quota parte dei proventi delle sanzioni, ad una pensione integrativa pari a 17.000 euro circa che le amministrazioni precedenti avevano puntualmente riconosciuta, per destinarli alla manutenzione delle strade e all’adeguamento degli attraversamenti pedonali per le categorie deboli. Nulla è stato fatto nella direzione di un impoverimento dell’attività dei vigili, ma una azione di riorganizzazione al fine di meglio valorizzare le risorse umane presenti, oltre che dei mezzi in dotazione. Lei stesso e la sua parte politica ha più volte lamentato la situazione degli abusivi in città, le ricordo che è proprio la polizia municipale che si occupa di contrastare tale fenomeno, non può quindi prima condannarli per la loro inefficienza e poi ergersi a loro difesa. Tassa sui rifiuti, anche qui dice cose inesatte, la riduzione dell’ammontare complessivo è dovuto in larga parte al minor conferimento e quindi ai minori costi di smaltimento degli ingombranti. Se fosse stato attento, così come dice, avrebbe notato come negli ultimi due anni il comune di Canosa ha prodotto, almeno sulla carta, quantità esagerata di rifiuti ingombranti, non corrispondenti alla reale produzione media di una città di 30 mila abitanti. Ciò ha prodotto inevitabilmente un aumento della tassazione, nel 2016 e nel 2017. In effetti anche per effetto di questa anomalia sanata, le attività commerciali avranno, per la prima volta una riduzione. Per le utenze domestiche, come abbiamo ripetuto più volte tale riduzione non  sarà percepita poiché assorbita dal nuovo sistema di calcolo stabilito dal ministero. A proposito di riduzione della tassazione, perché non dice che finalmente si è messo mano all’annosa questione IMU San Giorgio? Lo sa che quest’anno i proprietari dei terreni agricoli ricadenti in quell’area pagheranno il 30% in meno? Ed ancora, afferma che le sedute del Consiglio non sono trasmesse in streaming, lo sa che non è vero, lo streaming si fa da anni, utilizzando una piattaforma gratuita. In conclusione rimaniamo molto delusi dagli attacchi fatti verso i nostri consiglieri, rei di non essere attenti durante i suoi interventi/comizi, potrebbe anche essere che ciò che dice non è interessante, non crede? O molto probabilmente hanno capito che racconta solo le sue verità. Purtroppo per lei i cittadini hanno ben compreso da che parte stare, e non passa giorno che non ci manifestano la loro fiducia incoraggiandoci ad andare avanti, non sappiamo se lei può dire altrettanto ormai.

Massimo Lovino Consigliere Comunale m5s Canosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi