1° Maggio: a spasso nel tempo tra le tombe dei principes dauni

Condividi su ...Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Canosa di Puglia(BT) è stata tra le mete più ambite della scorsa Pasquetta. In occasione della festività del  1° Maggio propone due diverse passeggiate archeologiche. La Fondazione archeologica canosina e la Tango Renato-servizi per l’archeologia e il turismo organizzano il tour “A spasso nel tempo” alle ore 10.00, comprensivo dei seguenti siti:

  • Mausoleo di Boemondo d’Altavilla (XII sec.d.C.), contenente le spoglie del principe d’Antiochia;
  • Museo archeologico Nazionale, con il nuovo allestimento comprendente oltre 450 vasi narranti storie e miti;
  • Ipogeo Scocchera B(IV-III sec.a.C.), dove è possibile ammirare una deductio ad inferos affrescata;
  • Battistero di San Giovanni(VI sec.d.C.), edificato per opera del Santo vescovo Sabino
  • Domus romana(I sec.a.C-I sec.d.C.), tipica abitazione romana d’età augustea.

Mentre alle ore 16.00, la “LA CITTÀ DEGLI IPOGEI” con incontro in viale I Maggio, 17. Percorso monotematico alla scoperta di Canosa daunia-ellenistica, un’affascinante esplorazione del sottosuolo della città e dei tesori che nascondeva: gli ipogei e i corredi funerari. Gli ipogei sono le dimore ultraterrene dei “principi dauni”, tombe interamente scavate nel tufo e risalenti al IV-III sec. a.C. I siti visitabili saranno:

  • la Tomba Varrese(tra la fine del IV e i primi del III sec. a.C.), interamente scavato nel banco tufaceo si articola in un dròmos e cinque celle,
  • gli Ipogei Lagrasta (IV-I sec. a.C.), il più importante complesso funerario di Canusium e dell’intera regione; l’Ipogeo D’Ambra (IV-III sec. a.C.), interamente scavato nell’argilla;
  • l’Ipogeo del Cerbero (III sec. a.C.), il quale presenta l’affresco del mitologico cane a tre teste Cerbero ;
  • l’Ipogeo di Vico San Martino (V-I sec. a.C.)., complesso funerario con diverse tipologie di ambienti.

Per partecipare alle passeggiate è necessaria la prenotazione al 3338856300 dove è possibile, inoltre, richiedere ulteriori informazioni. I partecipanti potranno usufruire di menu convenzionati presso i ristoranti aderenti all’iniziativa.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.canusium.it e la pagina FacebookFondazione Archeologica Canosina(https://www.facebook.com/canusium.it/) ed  Instagram(fac_canusium). Tutti i siti sono censiti su Google Maps e presenti su TripAdvisor.

Ilenia Pontino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi