Il sindaco, Roberto Morra, interviene sugli assembramenti in Città

“Abbiamo assistito in questi giorni – spiega il sindaco, Roberto Morra – a dei comportamenti non consoni con le restrizioni in atto per il contenimento della pandemia da Coronavirus. Mi riferisco agli assembramenti che si creano in continuazione in diverse zone della città.

In questo momento non possiamo permetterci di abbassare la guardia, il pericolo non è cessato con l’allentamento delle restrizioni e con la diminuzione dei contagi, ma resta elevato.

In questi giorni sono tornati a Canosa tanti nostri concittadini che erano rimasti bloccati in altre regioni del nord. Noi abbiamo messo in campo una serie di controlli mirati a scongiurare un aumento dei contagi: misuriamo la temperatura corporea con i termoscanner a chi arriva a Canosa, verifichiamo il rispetto della quarantena volontaria, ma nonostante tutte queste precauzioni potrebbe capitare che qualche familiare asintomatico giri in città e possa contagiare altre persone.

E’ chiaro che se la curva dei contagi dovesse riprendere a salire il Governo o la Regione dovranno necessariamente reintrodurre tutte le restrizioni necessarie a tutela della salute e quindi rischiamo di tornare indietro di due mesi quando non era consentito a nessuno di uscire di casa ed erano chiuse anche quelle attività che oggi hanno riaperto.

Io comprendo che ognuno di voi, dopo la lunga quarantena, voglia uscire di casa, incontrare amici o anche semplicemente prendere un caffè.

Occorre essere chiari, si può uscire per una passeggiata o per le attività consentite, ma non sono assolutamente ammessi assembramenti e resta l’obbligo di indossare le mascherine nei casi previsti dalle norme in vigore.

Pertanto al fine di evitare ogni ulteriore possibilità di assembramento ho prolungato l’ordinanza di chiusura delle ville e dei parchi cittadini ed inoltre ho disposto anche la chiusura dell’area di Piano San Giovanni che in questi giorni ha visto la presenza di assembramenti contrari alle restrizioni in vigore.

Infine ho sollecitato tutte le Forze dell’Ordine a mettere in campo controlli mirati al fine di sanzionare quanti non rispettano le norme. Ovviamente non lo facciamo per puro spirito repressivo ma per tutelare la salute di tutti.

Non possiamo permetterci di tornare indietro, non possiamo permetterci che le attività commerciali restino chiuse ancora a lungo a causa di questi comportamenti.

Dobbiamo collaborare ed essere responsabili, – conclude il sindaco – solo così potremo tornare a quella normalità cui tutti aspiriamo.

11 maggio ore 13,30 – Sabino D’Aulisa |Ufficio Stampa Comune di Canosa di Puglia



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi