Storia di una volontà imprenditoriale.. storia di un pugliese doc. Il 23 luglio il Rotary Club incontra Giuseppe Pierro, nello splendido scenario della concattedrale di San Sabino a Canosa.

Condividi su ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Barlettano d’origine, tranese di adozione, il Rotary club di Canosa gli dedica una serata, in segno di gratitudine come Puglia che lavora, che assume, che ascolta bisogni ed esigenze dei dipendenti, che va avanti nonostante gli intoppi inevitabili che si incontrano sul percorso lavorativo. Ospite del Rotary Club, Giuseppe Pierro, editore e presidente della casa editrice AdMaiora, eccellenza nel settore in Puglia. L’incontro-dibattito, presentato dalla giornalista Francesca Rodolfo, si terrà il 23 luglio prossimo alle ore 20,30 nell’abside della Concattedrale di San Sabino a Canosa di Puglia.
“La cultura e’ uno degli ingredienti che permea la creatività del nostro paese, una peculiarità che a sua volta alimenta il made in Italy in molti settori o quello che viene conosciuto come italian sound – ha detto Andrea Pugliese, presidente del Rotary Club Canosa-. È un sistema produttivo poco riconosciuto ma che contribuisce al 6% del Pil ed in territori ricchi come il nostro, potrebbe essere il nostro petrolio. Ecco perché – ha concluso Pugliese – il Rotary di Canosa avendo fra i suoi soci Giuseppe Pierro, amministratore di Ad Maiora, ha ritenuto di porre la professionalità e le competenze del socio in favore del territorio offrendo delle idee e iniziative che saranno presentate dall’amico Giuseppe”. Rapporti umani e lavoro di squadra, alla base del successo di AdMaiora.
“Per le aziende, offrire un servizio che accompagni il lavoratore in ogni aspetto della sua vita è un compito arduo, ma fondamentale per la crescita del lavoratore e dell’azienda stessa, per avere nuovi stimoli e individuare nuovi traguardi – ha spiegato Giuseppe Pierro, da 20 anni al timone della casa editrice che da Trani si sta facendo largo a livello nazionale. – Sono felice di raccontare la mia volontà e la mia realtà imprenditoriale. Le stesse che hanno portato AdMaiora tra le case editrici che contano”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi